FANDOM


VtR Icon

La Vitae (latino errato per "Vita") è il sangue presente nel corpo dei vampiri, la fonte della loro non-vita. Qualsiasi sia l'origine del sangue ingerito da un vampiro, questo è convertito in vitae.

La vitae è fisicamente differente dal sangue mortale è più vischiosa, più scura e ha un sapore dolciastro che si aggiunge al normale metallico. Man mano che aumenta la Potenza di Sangue diventa sempre più vischioso e concentrato, tanto che il vampiro è in grado di immagazzinarne maggiori quantità. Ha numerose proprietà mistiche:

  • Parvenza di Vita: bruciando Vitae il vampiro sembra più umano, e a qualsiasi controllo medico risulterà esserlo. È caldo al tatto, può mangiare, bere, fare sesso, persino sanguinare.
  • Guarigione: usando Vitae è possibile curare le ferite, e solo le più gravi, come quelle da luce solare, lasciano cicatrici.
  • Purificazione: la vitae desidera che il vampiro torni allo stato in cui si trovava al momento del suo Abbraccio. Ogni volta che va a dormire, spende Vitae senza volerlo per curarsi, i capelli e le unghie crescono, i tatuaggi spariscono e così via, a meno che non usi la propria volontà per fermare questi effetti.
  • Intensità fisica: permette di potenziare temporaneamente uno degli Attributi fisici.
  • Legame di Sangue, o Vinculum: nutrendo un individuo con la propria vitae si crea uno stato di finta affettività del ricevente (l'Asservito) verso il donatore (il Regnante). L'asservito non è completamente schiavo del regnante, ma avrà certamente difficoltà a contraddirlo.
  • Dipendenza dal Sangue: la Vitae crea dipendenza come la peggiore delle droghe. Solo i vampiri più anziani, costretti a nutrirsi di altri vampiri, sono immuni a questo effetto.
  • Affinità di Sangue: la Vitae che scorre in un vampiro è almeno in parte la stessa che scorre nel suo sire, e nel suo sire prima di lui: questo legame mistico permette quindi comunicazioni tra vampiri imparentati tra loro. Un vampiro può quindi apprendere lo stato fisico di un altro con lui imparentato, più o meno dove si trovi, o se è in Frenesia, per esempio. Spesso questi sono segni poco chiari, emozioni, o piccole allucinazioni. Solo se il legame è molto forte è possibile inviare veri e propri messaggi mentali.
  • Abbraccio: la Vitae permettela riproduzione della specie, qualora sia donata a un soggetto esangue, a volte anche post-mortem. In caso contrario permette l'elevazione di comuni umani (ma non solo) allo stato di ghoul.