FANDOM


VtR Icon

Una congrega è un'organizzazione politica o religiosa composta principalmente da membri Fratelli, per quanto a volte anche ghoul o mortali possono farne parte, seppur con funzioni molto limitate. Le congreghe hanno lo scopo, spesso secondario al semplice mezzo per ottenere potere, di dare un senso alla non vita di ogni giorno del vampiro, spiegando il suo posto nella società e cercando di rispondere agli interrogativi della sua identità di creatura bestiale.

Al contrario del clan, la congrega di appartenenza non dipende da quella del sire, per quanto questo possa avere un certo peso, e può anche essere cambiata, seppur spesso a caro prezzo. Non entrare a far parte di una congrega limita fortemente lo status sociale di un vampiro, che si ritroverà senza alleati, veri o finti che siano, dalla sua parte.

Le principali congreghe a livello globale sono cinque, ma non tutte sono presenti nelle varie città: più ci si allonana dal mondo occidentale, più il quadro politico tende a essere differente. Inoltre, non sono monoliti: una congrega potrebbe essere organizzata in maniera molto diversa in una città rispetto a un'altra.

Proprio come i clan, anche le congreghe possono estinguersi una volta che i loro membri vanno incontro a Morte Ultima o decidono che essere parte di quell'organizzazione non è più vantaggioso.

Congreghe principali

Il Circolo della Megera

I vampiri del Circolo della Megera, i cosiddetti Accoliti, fanno parte di un'alleanza più che di una congrega vera e propria. Sono sempre esistiti sparuti gruppi di Fratelli legati ad antiche tradizioni pagane, perseguitati dalla Lancea e costretti a rinunciare al proprio credo. Alcuni di questi gruppi si allearono nel diciannovesimo secolo nelle Isole Britanniche, dove riuscirono a ritagliarsi un piccolo spazio a suon di vittorie per poi diffondersi in Europa e in America.

Il Circolo è ancora un'alleanza di più gruppi di adoratori di divinità anche molto diverse tra loro, ognuno con i suoi sanguinolenti rituali. Sono però uniti da una magia comune, sempre in eterna evoluzione, la Crùac, i cui macabri riti li avvicinano sempre di più verso la Bestia.

Non si nasconondono dietro ideologie, politiche o meno: sanno di essere mostri e lo accettano. Lo stato di vampiro è naturale, non una maledizione, e non ci dovrebbero essere imposizioni alla natura di un vampiro. Allo stesso modo, non esistono imposizioni di credo su questo culto pagano: la Madre è un simbolo, obbligare gli Accoliti a una singola e unificata teologia sarebbe un pessimo errore. L'unica costante è il cambiamento, l'evoluzione: i vampiri non sono esseri statici.

Questa congrega è tutt'ora poco amata da Invictus e Lancea, e governa in pochissimi domini.

L'Invictus

L'Invictus e i suoi membri, gli Eredi, sono il sistema, lo status quo. In quanto tale, questa congrega può assumere strutture diverse nei vari domini: in una città potrebbe essere organizzata come una cosca mafiosa, in un'altra come una vera e propria azienda. L'importante è che l'organizzazione sia una gerarchia, di cui chiunque, se lo merita, può raggiungere i vertici. Sempre in virtù dell'essere lo status quo, l'Invictus vede come proprio dovere morale il mantenimento delle tradizioni della società notturna. Questo vale specialmente per la Masquerade, di cui si considerano i protettori. Gli altri pilastri della congrega sono ovviamente il denaro e il potere.

Per quanto sia amante della tradizione e dell'etichetta, il Primo Stato non è composto da retrogradi signori feudali. L'Invictus è antico, in quanto considerato dai propri membri erede dell'antica Camarilla romana, ma negli anni, pur di sopravvivere, è stato costretto alla modernità. Gli Eredi fanno ormai largo uso delle nuove tecnologie, e aiutano i propri membri recentemente risvegliatisi dal torpore ad abituarsi ai tempi moderni.

L'Invictus è al potere nella gran parte dei domini in cui è presente. Spesso è alleato con il Secondo Stato, la Lancea, e nemico dei Carthiani, in quanto ribelli al potere costituito.

La Lancea et Sanctum

I Consacrati, o Giudici, della Lancea et Sanctum sono i fedeli dell'Eterna Chiesa di Longino. Dio li ha maledetti con la missione di tentare i mortali, per discernere chi è davvero innocente ai Suoi occhi. Il Messia Oscuro, Longino, fu, secondo le scritture, trasformato in vampiro dal sangue proveniente dal costato del Cristo. La sua opera, il Testamento di Longino, portò alla fondazione della Lancia ("Lancea") e Cappella ("Sanctum"): la Lancia è metafora del ruolo di spina nel fianco della Chiesa mortale e della società vampiresca, la Cappella rappresenta la chiesa fondata dai discepoli di Longino.

Oltre a essere lo specchio oscuro della Chiesa Cattolica, la Lancea si occupa anche dell'opera di ricerca storica vampiresca, e dell'eventuale distruzione di artefatti "scomodi" alla storia che vogliono presentare al pubblico. I preti della Lancea si occupano anche di mantenere segreti i rituali della Stregoneria Tebana, miracoli provenienti dall'Egitto e trasmessi ai discepoli di Longino direttamente da un angelo (o così dicono le scritture).

Molto raramente il Secondo Stato governa direttamente: in genere nasconde il proprio potere dietro quello del Primo Stato, l'Invictus. Con le altre congreghe ha un rapporto ambivalente, a eccezione degli eretici del Circolo della Megera, con cui c'è quasi sempre conflitto.

Il Movimento Carthiano

I Sobillatori del Movimento Carthiano hanno un unico obiettivo: sovvertire lo status quo, rinnovando la società vampiresca usando i sistemi politici democratici (o meno) dei mortali. Le politiche dei mortali sono veloci, in continuo cambiamento,e quindi un ottimo mezzo anche per i vampiri. Non tutti i Carthiani sono esplicitamente violenti, ma la maggior parte dei membri della Rivoluzione è giovane, e stanca dei giochi degli anziani, quindi impulsiva. Ogni tanto può succedere che qualche proprietà di un anziano vada in fiamme per aiutare la rivoluzione.

Il Movimento nacque in Francia prima della Rivoluzione, dal manifesto politico di Emmanuel Baptiste Carth, in realtà tale Eric Giraud, che era una vera e propria chiamata alle armi dei neonati contro gli anziani succhiasangue. Nonostante la sua prematura morte, le rivoluzioni mortali aiutarono la diffusione del suo messaggio, che ancora adesso è pubblicato online. L'innato reformismo carthiano ha inoltre portato alla nascita della Legge Carthiana, con cui il Sangue rende realtà fisica l'ideologia politica.

Tutti i vampiri sono uguali, alcuni più di altri, ma questo non si estende ai mortali. I Carthiani non sono "buoni", sono ribelli, proni alle scissioni e al fondamentalismo. Nonostante questo, conoscono l'importanza del compromesso, e riescono ad avere una fetta del potere anche quando l'Invictus, l'acerrimo nemico, è al potere.

L'Ordo Dracul

I vampiri dell'Ordo Dracul hanno l'ardire di voler essere più che vampiri, trascendere la loro esistenza non-mortale e di sputare (più o meno metaforicamente) negli occhi di Dio. Tutti i loro esperimenti e le loro ricerche pseudoscientifiche sono piccoli passi per raggiungere questo scopo. Non vogliono ridiventare mortali, bensì creature immortali prive delle debolezze dei vampiri.

Si considerano i figli di Dracula, quel Dracula, che secondo il documento da lui scritto, "I Riti del Dragone", divenne vampiro dopo aver maledetto Dio ed essere stato maledetto a sua volta. Quindi, gli Sprezzanti che credono all'esistenza di Dio disprezzano Lui e ciò che rappresenta. Per gli altri, Dio è solo un simbolo.

In virtù dei loro studi, sono tra i vampiri i maggiori conoscitori delle altre creature sovrannaturali e delle oscure verità che si celano ovunque. Collezionano artefatti, controllano i Nidi del Dragone, straordinari luoghi in cui si concentra potere magico di varia natura, e sperimentano su se stessi (e sugli altri) con le Spire e le Scaglie del Dragone.

Il potere politico interessa poco, sia dentro che fuori l'Ordine. Essere un Kogaion, la più alta posizione, è quasi una punizione. Esistono tre fazioni principali nell'Ordo: i Giurati dell'Ascia, i soldati, i Giurati della Luce Morente, i ricercatori di Spire, e i Giurati dei Misteri, che fungono da politici e amministratori.

VII

Nulla si sa su VII se non che sono vampiri che uccidono altri vampiri. Quando il loro lavoro è giunto al termine, rimane un solo segno, che può essere trovato su un muro, o un pezzo di carta: V I I.

Congreghe sciolte

La Posta del Patibolo

Durante il tardo Medioevo, quando per i mortali i viaggi erano pericolosi e rari, la Posta del Patibolo ottenne incredibile prestigio. Questa congrega si occupava di aiutare i Fratelli a spostarsi da un dominio all'altro, a pernottare in luoghi sconosciuti (ma ben difesi), a diffondere missive. Tutto questo, dietro compenso. Nel 1500 raggiunse il massimo splendore, ma con l'evolversi della tecnologia perse praticamente tutto il suo potere: i mortali erano in grado di difendere i propri confini, rendendo sempre più piccolo e chiuso il mondo dei vampiri. L'ultimo membro morì nel 1892.

La Legione dei Morti

Il braccio armato della Camarilla, la società romana dei vampiri. Al crollo di questa, parte dei Legionari si rifugiò nella Lancea o nell'Invictus, ma la Legione rimase in attività indipendente per lungo tempo a partire dal nono secolo, principalmente come mercenari, assassini, tagliaborse. Insomma, vampiri troppo propensi a tradire gli altri. Per la fine del dodicesimo secolo, non ne era rimasto più nessuno.

La Crociata dei Bambini

Tra il dodicesimo e il diciottesimo secolo, ogni bambino Abbracciato entrava a far parte di questa congrega. I suoi membri erano gli unici ad avere il diritto di Abbracciare i bambini, e allo stesso tempo ogni bambino proveniente dal di fuori della congrega veniva posto sotto la sua protezione. Un bambino vampiro, che non ha la maturità che avrebbe sviluppato col tempo, è terrificante. La Crociata si occupava di educare tali sventurati, e di portarli alla Morte Ultima in caso fossero andati troppo oltre. Evidentemente questo controllo venne perso: le altre congreghe si accorsero che la Crociata aveva iniziato a conversare coi gufi. Appena questo fatto venne alla luce, la Crociata venne epurata.

Il Decimo Coro

Una (forse mai esistita) congrega con una vendetta personale con Dio, forse in grado di nutrirsi di angeli e di interagire con creature divine e infernali tramite una sconosciuta magia del sangue.

Congreghe di Vampiri: il Requiem

Circolo della Megera · Invictus · Lancea et Sanctum · Movimento Carthiano · Ordo Dracul · VII

Congreghe sciolte:

Camarilla · Posta del Patibolo · Weihan Cynn

Vampiri: il Requiem

Vampiri · Manuali · Clan · Congreghe · Linee di Sangue · Discipline